Pianoforte Cristofori con un ambito della tastiera più grande (Sol-1/ Re5)

pianoforte Cristofori costruito nel 2015
la tastiera
tastiera, scappamenti e paramartelli
la meccanica a martelletti
la firma sulla meccanica
serratura forgiato a mano

Il desiderio del musicista per una tastiera con ambito maggiore di 4 ottave è stato soddisfatto con la costruzione, ultimata nel 2015, di questo pianoforte Cristofori. Grazie ai documenti e agli strumenti sopravvissuti di Cristofori, sappiamo che le sue tastiere originalmente non superavano il Do5 negli acuti mentre nei bassi raggiungevano, in alcuni strumenti, il Sol-1 e Fa-1.L’ambito Sol-1 /Re5 corrisponde come numero dei tasti all’ambito originale del pianoforte Cristofori del 1720 al Metropolitan Museum of Art in New York (Fa-1, Sol-1, La-1 a Do5 ). Nella copia proposta il ponticello anteriore riprende quello del Cristofori del 1722 nel Museo degli Strumenti Musicali a Roma. Diversamente, le lunghezze delle corde, la costruzione della cassa, la struttura interna e la meccanica a martelletti sono state copiate dal pianoforte Cristofori del 1726 nel Grassi-Museum di Lipsia.

Foto della costruzione interna

  • chiodi forgiati a mano
  • la parte sottostante del somiere e il pontecello sul somiere
  • barriera, somiere e distanziatori
  • la struttura della doppia fascia curva
  • la struttura della doppia fascia curva
  • tagli di sega, il metodo con il quale Cristofori costruiva la fascia curva
  • struttura interna
  • struttura interna
  • struttura interna
  • le catene sotto la tavola armonica
  • incastri nella barra attacoo delle corde prima dell'incollaggio
  • incastri nella barra attacoo delle corde dopo l'incollaggio